Come risolvere il problema delle macchie fantasma sulle lastre in ceramica

Dettagli
Date:
9 Ottobre, 2019
Per ovviare al degrado estetico, che taluni chiamano “macchie fantasma”, dovuto al problema delle impurità che rendono la superficie della lastra reattiva agli agenti ambientali e deteriorano l’effetto levigatura/lappatura, Breton propone una nuova soluzione alternativa all-in-one, denonimata Integrex.
 
Integrex gestisce le diverse tipologie di trattamenti superficiali, al fine di migliorare l’aspetto estetico delle lastre ceramiche favorendone anche la durata nel tempo.
Le tecniche attualmente in uso prevedono la sigillatura delle porosità superficiali e la successiva brillantatura della superficie consentendo l’impiego di prodotti che possono richiedere o meno la propria applicazione mediante un processo di pressione e riscaldo superficiale.
Con Integrex, quindi, si aumenta la versatilità e la produttività di trattamento, mantenendo un ingombro contenuto all’interno dello stabilimento produttivo.
A seconda delle necessità è inoltre possibile gestire e personalizzare ogni variabile del processo di trattamento:
  • la velocità di rotazione variabile per ogni testa portautensili;
  • la quota di ogni mandrino con precisione decimale grazie al dispositivo “Soft landing”;
  • la pressione di ogni mandrino modulabile, registrabile e richiamabile;
  • la pressione indotta dal peso di ogni testa, alleggeribile grazie al controllo digitale indipendente per mezzo di una contro-pressione pneumatica;
  • l’efficacia dell’applicazione del trattamento sulla lastra, grazie all’amperometro digitale presente su ogni mandrino per il controllo dell’assorbimento del motore;
  • la traiettoria delle teste sulla lastra, differenziabile grazie all’esclusivo sistema Tango, per migliorare la distribuzione e posa dei prodotti da applicare superficialmente sulle lastre;
  • la costanza di velocità del ponte traslante nelle accelerazioni/decelerazioni per evitare la creazione di ombre sul prodotto, sempre grazie all’esclusivo sistema Tango;
  • la tipologia di teste selezionabili, spatolanti o satellitari, così da impiegare utensili e processi di varia tipologia;
  • la pressurizzazione di tali teste per preservarle dagli agenti contaminanti, ridurne le esigenze di manutenzione e allungare il loro ciclo di vita;
  • la gestione delle ricette in funzione del materiale grazie al software appositamente progettato e sviluppato.

Contatti

Contattateci!
Per essere ricontattati da noi, basta compilare il seguente modulo.