Luxmaster KGP, come migliorare la lappatura delle lastre in ceramica

Dettagli
Date:
7 Ottobre, 2019
Le linee di lappatura Levibreton KGP 5000 assolvono pienamente al loro compito perché possono essere configurate nel modo migliore e sono attrezzate con equipaggiamenti esclusivi.

Queste lappatrici, infatti, impiegando mandrini in fusione di lega di alluminio, alleggeriscono la trave e ne permettono accelerazioni straordinarie.
 
A richiesta la Levibreton KGP 5000 può essere attrezzata con il dispositivo Tango, che aggiunge un’ asse di posizionamento angolare del mandrino, consentendo di:
  • migliorare il trattamento dei bordi della lastra, dove usualmente si possono formare accumuli di smalto o altri piccoli difetti, che, se non trattati opportunamente, possono rovinare il risultato estetico complessivo finale;
  • ottimizzare le traiettorie sulla lastra delle coppie di teste, evitandone la sovrapposizione.
La KGP 5000 può, inoltre, essere attrezzata con un pacchetto hardware-software per la variazione automatica delle pressioni di lavoro delle singole teste operatrici lungo l’asse di movimento trasversale della macchina, al fine di, per esempio, poter ottimizzare la pressione sul bordo della lastra.

E’ previsto anche un sistema di “soft landing” delle teste operatrici, al fine di ridurre i difetti estetici (ombre), derivanti dall’atterraggio brusco delle stesse teste sulla lastra per necessità di fermo-macchina dovute per, ad esempio, sostituzione degli abrasivi delle teste.
 
Le linee di lappatura Breton garantiscono, pertanto, flessibilità di produzione, elevata ed uniforme qualità di trattamento, costi di esercizio e di manutenzione limitati e programmabili.

Il loro valore permane nel tempo ed è talmente riconosciuto che le versioni usate riscontrano quotazioni invidiabili nel mercato.

Contatti

Contattateci!
Per essere ricontattati da noi, basta compilare il seguente modulo.