La sicurezza è nelle tue mani, il protocollo aziendale raccontato dal Delegato per la Sicurezza e l'Ambiente

Dettagli
Date:
11 Maggio, 2020
Antonio Fassina racconta come Breton sta affrontando la riapertura delle sedi per tutelare la salute dei collaboratori in tempi di pandemia globale
“Your safety is in your hands - la tua sicurezza è nelle tue mani -” è il nome del progetto che Breton ha attuato per permettere ai collaboratori di riprendere l’attività lavorativa in salute e serenità, nel pieno rispetto delle norme nazionali per garantire la sicurezza negli ambienti lavorativi frequentati.

«Per un’azienda industriale manifatturiera come Breton - interviene Antonio Fassina, Delegato per la Sicurezza e l'Ambiente - non è possibile prescindere dalla compresenza fisica di più persone nel luogo di lavoro, soprattutto per le mansioni di produzione. L’adozione di tutte le possibili misure di contenimento del contagio sono state perciò adottate negli ambienti lavorativi, mentre l’home working rimane attivo per le figure abilitate».

L’azienda si è infatti preparata alla riapertura assumendo il proprio Protocollo aziendale di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, quale attuazione del Protocollo nazionale. Il controllo della temperatura con telecamere a infrarossi, il rispetto delle distanze di sicurezza, la distribuzione a tutto il personale di mascherine e guanti a norma, la sanificazione degli ambienti aziendali e la distribuzione di disinfettanti e sanificanti sono alcune delle misure all’ordine del giorno. Una linea diretta continua con l’autorità sanitaria locale assicurano all’azienda l’adeguamento in tempo reale delle misure di prevenzione in base all’evolversi della situazione.

«La gestione su più sedi - prosegue Antonio Fassina - ha reso necessaria la creazione di un Comitato di Protezione Aziendale, formato e pronto a qualsiasi evenienza di carattere sanitario epidemiologico. Giocano un ruolo fondamentale anche il supporto di una buona campagna di comunicazione interna che, con l’uso di cartellonistica, informative nella intranet e newsletter, fa una corretta informazione tra il personale evitando disinformazione ed allarmismi». 

«Il momento storico ci impone molta cautela. Abbiamo fatto tutto ciò che è in nostro potere per rendere l'ambiente di lavoro Breton un posto sicuro. Confido che - conclude Antonio Fassina - ognuno userà il buonsenso e sarà responsabile nelle azioni per fare la propria parte nel contenimento della diffusione del virus Covid-19».



Il protocollo aziendale Breton