SENTINEL

Breton-sentinel
Breton-sentinel-mandrino
Dettagli
Date:
12 Febbraio, 2018
Sentinel è il software per il monitoraggio, l'analisi e la predizione del comportamento dei propri prodotti. Permette all'utente di accedere a tutte le funzionalità anche da remoto.

 
Sentinel, la soluzione per il monitoraggio avanzato dei nostri centri di lavoro.
INDUSTRY 4.0
Breton-Industry-4-0
Il mondo industriale si trova di fronte ad una nuova rivoluzione, la quarta, che deve essere compresa appieno per poterne trarre benefici.
Ormai tutti ne parlano, sostengono di essere allineati con i requisiti, di averla implementata e di trarne già tutti i vantaggi. La verità è che in Italia è stata solo marginalmente compresa, legandola principalmente ad una serie di requisiti necessari per ottenere le sovvenzioni previste, piuttosto che viverla come una vera rivoluzione del proprio modello produttivo e di business.
Non è sufficiente collegare in rete una serie di impianti facendoli scambiare dati produttivi per sostenere di aver colto appieno la quarta rivoluzione industriale. Il nuovo modello produttivo ha infatti una serie di implicazioni molto più ampie scatenate dalla rottura del tradizionale concetto produttivo che lega l’operatore all’impianto produttivo.
Il Progetto
Breton-sentinel-progetto
Il vero protagonista di Industry 4.0 è il dato, tutto il contenuto tecnologico deve essere digitalizzato e condiviso in tempo reale tra tutti gli utenti interessati.
Ovviamente, poiché tutto ciò possa avvenire senza creare problematiche di sicurezza, occorrono innumerevoli e a volte complesse tecnologie abilitanti, ma tutto questo non è la rivoluzione industriale, è solo la struttura necessaria a sostenerla.
Un errore piuttosto comune è quello di procedere all’introduzione delle varie tecnologie abilitanti senza prima creare un progetto dettagliato per raggiungere l’obiettivo che ci si è prefissati. Spesso ciò avviene, almeno in Italia, a causa dell’urgenza imposta all’implementazione per poter ottenere le relative agevolazioni. Il rischio però è quello di ritrovarsi con un investimento sostanzioso e una mole enorme di dati senza un sistema che permetta di sfruttarli in maniera efficace.
Riferendosi al mercato delle macchine utensili multitasking a 5 assi, il livello di complessità raggiunto da questi impianti è tale da renderli “Industry 4.0” praticamente per definizione. L’unico aspetto che rimane scoperto per rientrare nei dogmi italiani di Industry 4.0 è quello dell’interconnessione al proprio sistema aziendale.
Due strategie alternative
Le aziende produttrici di macchine utensili affrontano questo aspetto fondamentalmente con due differenti approcci non possedendo, generalmente, le competenze e le strutture necessarie a sostenere lo sforzo di implementazione necessario all’interconnessione con i software gestionali dei clienti.

La prima soluzione consiste nell’associarsi in gruppi di aziende che coprano i vari aspetti delle tecnologie abilitanti (software, hardware, legale, etc…) limitandosi a fornire il know-how tecnologico per la connessione del proprio hardware e software a pacchetti di gestione dei dati più o meno standardizzati.

La seconda soluzione prevede invece che il costruttore sviluppi autonomamente la propria suite “Industry 4.0” mettendo poi a disposizione dell’utente degli standard per lo scambio dei dati con il proprio sistema gestionale. L’onere dell’interconnessione rimane in questo caso a carico dell’utente finale.

Entrambe le scelte presentano vantaggi e svantaggi.
Nel primo caso il costruttore può evitare di dedicare risorse preziose allo sviluppo di un nuovo prodotto, non esclusivamente hardware ma soprattutto software. L’adozione di un sistema già sviluppato e testato sul mercato mette al riparo dalle criticità e dagli imprevisti tipici dei nuovi sviluppi. Un ulteriore vantaggio per l’utilizzatore finale consiste nell’avere un sistema generalmente applicabile all’intero parco macchine della propria azienda, piuttosto che al solo nuovo prodotto acquistato. Per contro, l’azienda rimane vincolata ad un soggetto terzo per offrire il proprio pacchetto “Industry 4.0”, non arricchisce il proprio know-how e non beneficia appieno dei vantaggi di una conoscenza approfondita dell’intera architettura di gestione dei dati. Anche che dal punto di vista dell’immagine il messaggio che si riesce a trasmettere è meno forte.
La possibilità di estendere la soluzione ad altri impianti già in dotazione al cliente rimane valida se ci si limita al solo monitoraggio delle performance. Nel caso si voglia invece sfruttare appieno le funzionalità di diagnostica, manutenzione predittiva e interazione con l’impianto, ci si scontra con la necessità di coinvolgere nel progetto i costruttori delle varie macchine, gli unici a possedere il know-how necessario. Un’ulteriore criticità è costituita dall’attuale mancanza di un vero standard per i prodotti del settore: affidarsi oggi ad uno di quelli adottati da queste società terze potrebbe risultare in futuro una scelta errata.
Nel secondo caso, l’investimento in tempo e risorse dell’azienda deve essere sicuramente superiore così come i rischi legati al lancio sul mercato di un nuovo prodotto. Nel lungo periodo però la completa padronanza dell’intero ciclo di gestione del dato e la naturale conoscenza approfondita del funzionamento dei propri macchinari consentono di ottenere vantaggi superiori sia all’utente finale che al produttore. Sarà quindi possibile monitorare in tempo reale tutte le funzionalità critiche in modo da sviluppare un’efficace manutenzione predittiva, adattare i parametri di lavorazione alle criticità del particolare in lavorazione e molto altro, con la finalità di aumentare al massimo la produttività dell’impianto.
NASCE SENTINEL
Abbiamo preferito sviluppare autonomamente il software, Sentinel, composta da un pacchetto di applicazioni modulari che prevede un nucleo hardware facilmente implementabile nel tempo per l’aggiunta di nuove funzionalità o semplicemente per l’aggiornamento a nuovi standard.
L’installazione base offre il monitoraggio in tempo reale di parametri e performance macchina, visualizzabili grazie ad una interfaccia completamente personalizzabile. I dati possono essere gestiti in locale, oppure inviati in rete appoggiandosi ad uno dei più sicuri standard di mercato attualmente disponibili. Nell’installazione base sono inoltre incluse le funzionalità di assistenza alla manutenzione preventiva, al calcolo degli indici di efficienza, all’invio di messaggi sullo stato di funzionamento e al monitoraggio del consumo utensili.
In base alle proprie esigenze il cliente ha la possibilità di integrare il sistema iniziale aggiungendo funzionalità come la manutenzione predittiva, la lavorazione adattiva, la guida alla risoluzione guasti e molto altro ancora.
In conclusione, abbiamo scelto un approccio che ci consente di offrire alla nostra clientela una soluzione fortemente integrata con tutte le proprie macchine, un approccio basato sulla filosofia di personalizzazione in base alle reali esigenze di ciascun utente.

Contatti

Contattateci!
Per essere ricontattati da noi, basta compilare il seguente modulo.