Intervista a Marco De Angelis, AD di GDA Marmi e Graniti, sulla Paragon

Dettagli
Date:
12 Dicembre, 2018
Mi chiamo Marco De Angelis e sono il titolare ed amministratore della GDA Marmi e della De Angelis Giovanni di Massa Carrara.

La nostra attività è sia l’escavazione che la trasformazione del marmo, in questo caso il marmo di Carrara che, come ben sapete, è una delle pietre più famose nel mondo.
Abbiamo iniziato questa collaborazione con la Breton ed è interessante parlare dei motivi per cui abbiamo fatto una scelta così, io direi, all’avanguardia, anche perché posso dire che siamo una delle pochissime aziende che hanno iniziato ad utilizzare la Multifilo solo per il taglio del marmo.
Un’altra cosa che mi è piaciuta molto di questa macchina è la sicurezza, perché l’operatore per poter intervenire all’interno della macchina è obbligato a fermare il macchinario e soprattutto, quando deve effettuare il cambio dei fili o in tutte le manutenzioni, la macchina è sempre completamente ferma.
Questo fa parte della modernità che ormai sta coinvolgendo anche il nostro settore.
Quali sono i punti di vantaggio, i motivi che ci hanno fatto scegliere di entrare in questa sfida?

Con questo tipo di macchina riusciamo a raggiungere delle velocità che, come è già successo nel granito, erano impensabili. La seconda cosa è anche la qualità nella segagione, perché riusciamo ad avere un taglio molto preciso, pulito e ne vediamo i vantaggi anche poi in fase di lavorazione, quindi soprattutto quando andiamo a lucidare il prodotto.
Un’altra cosa interessante di questa macchina è anche la velocità nel poter cambiare lo spessore, perché possiamo tranquillamente decidere fra un blocco e l’altro, un taglio diverso.
Ci siamo resi conto che le problematiche che potevamo riscontrare nel taglio tradizionale, oggi le abbiamo superate tramite il filo diamantato.
Un vantaggio di questa macchina è che non ha bisogno di quelle opere di fondazioni tipiche del telaio, e quindi ha dei costi in questo caso più limitati ma, soprattutto, ha una velocità maggiore nell’installazione del macchinario.
A seconda di come è impostata l’azienda tu puoi decidere di metterlo o all’interno del capannone o addirittura in una parte esterna del tuo piazzale.
Quindi avendo già una segheria con i suoi macchinari posizionati, abbiamo solo dovuto togliere il vecchio macchinario e inserire il nuovo e questa è una cosa che per il futuro ritengo molto interessante.
Abbiamo conosciuto solo una minima parte delle soddisfazioni che riuscirà a darci. Sicuramente in termini di rumore è una macchina che ha dei decibel inferiori rispetto ad altri macchinari per il taglio dei blocchi e anche in termini di manutenzione ci permette di intervenire direttamente all’interno di ogni componente.
Abbiamo dovuto imparare ad organizzarci un po’ meglio.
Grazie all’aiuto dei tecnici della Breton abbiamo iniziato a trovare questo feeling fra i nostri operatori e la macchina e devo dire che anche il cambio dei fili, all’inizio ci sembrava un’operazione veramente incredibile: dopo un mese vedo che per i miei operatori il cambio del filo è l’ultimo dei loro problemi; quindi riusciamo tranquillamente a mettere blocchi di misure diverse o addirittura accoppiare due blocchi diversi, su 70 fili ne togliamo 10, ne aggiungono 2, eccetera eccetera. 
Quindi come ogni cosa, se la macchina è ben costruita ed ha un concetto di lavorazione semplice, è solo una questione di tempo e tutto diventa ottima routine.
Devo dire che i tecnici Breton hanno dimostrato la loro professionalità, infatti uno dei nostri tecnici li ha assistiti per cercare di imparare la macchina durante il montaggio. 
Una cosa importante di questa macchina, e che ormai è di routine in tutti i macchinari moderni, è che, quando è segnalato un errore dalla macchina, in automatico lo possono leggere anche in azienda Breton, quindi riescono ad intervenire o comunque a comunicarci cosa sta succedendo al macchinario. 
E’ vero anche che non solo per l’assistenza è importante questo ma con la 4.0 stiamo cercando di interfacciarci direttamente con la macchina per poter avere ogni giorno la sua scaletta, la produzione, vederne le velocità e lo storico del taglio della macchina.
Questo ci permette di ottimizzare sia le lavorazioni che il prodotto finale.
Ho scelto Breton perché c’è stato questo feeling nella collaborazione.
Questa macchina, essendo la prima installata a Carrara solo sui tagli dei blocchi di marmo, dovrà essere anche una partenza, una sperimentazione per migliorare lo spessore del taglio del filo, ed io mi auguro anche di incrementare le velocità di taglio.

Contatti

Contattateci!
Per essere ricontattati da noi, basta compilare il seguente modulo.